Salute e Sicurezza sul Lavoro

Premessa

 Con il decreto legislativo n. 81 del 2008 e le successive modifiche ed integrazioni è stato riordinato e coordinato il quadro normativo in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro.

Tra le principali novità introdotte c’è la valorizzazione e il rafforzamento del principio di partecipazione, che si attua in azienda tra i soggetti del sistema organizzativo della sicurezza (datore di lavoro, rappresentante dei lavoratori per la sicurezza, responsabile del servizio di prevenzione e protezione, medico competente) e che viene realizzata dalle organizzazioni di rappresentanza dei lavoratori e dalle associazioni di rappresentanza delle imprese attraverso accordi per la costituzione di Organismi paritetici sottoscritti a livello provinciale, regionale e nazionale.

In provincia di Varese, le Associazioni Artigiane (Confartigianato, CNA, Casartigiani, CLAAI) e le Organizzazioni Sindacali (CGIL, CISL, UIL) hanno dato vita sin dal 20 febbraio 1998 all’Organismo paritetico provinciale artigiani (OPTA), assumendosi la responsabilità di attuare quanto previsto dalla normativa in merito alla composizione di eventuali controversie sorte sull’applicazione dei diritti di rappresentanza, informazione e formazione, e alla promozione e svolgimento della formazione sulla sicurezza. Oggi l’OPTA ha esteso i suoi compiti alla collaborazione con le imprese alla formazione dei lavoratori e dei loro rappresentanti e alla promozione di una più diffusa e radicata cultura della sicurezza.

In quest’ottica è maturata la scelta di avviare una collaborazione con l’INAIL di Varese, che con il D.Lgs. 81 ha assunto compiti di supporto agli OPP in materia di salute e sicurezza sul lavoro. Tale supporto è stato sancito con la sottoscrizione di due protocolli d’intesa, il primo il 25/10/2010 e il secondo il 18/06/2013, con l’obiettivo di rafforzare la formazione destinata ai RLS, ai datori di lavoro, ai lavoratori autonomi, per la diffusione di materiale informativo e l’attuazione di un sito internet, nonché per favorire la diffusione di buone prassi.

La salute intesa come benessere fisico, psicologico e sociale nei luoghi di lavoro deve diventare un valore per le imprese artigiane, perché solo se diventa prassi comportamentale ed organizzativa si migliorano la qualità del lavoro e i risultati dell’impresa. Attraverso l’azione di partecipazione dei RLS in azienda e con il lavoro di pariteticità svolto dall’OPTA, anche con la collaborazione dell’INAIL, ci siamo messi in cammino per raggiungere questa meta.