RAPPRESENTANTE INTERNO (RLSA)

(Procedura prevista dall’Accordo interconfederale 13/09/2011)

L’elezione del Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza Aziendale – R.L.S.A. dovrà avvenire, tra i lavoratori dell’azienda.

L’elezione si svolge a suffragio universale diretto ed a scrutinio segreto.

Risulterà eletto il lavoratore che avrà ottenuto il maggior numero di voti espressi.

Il verbale di elezione, Allegato A, sarà consegnato, entro 6 giorni, al datore di lavoro che provvederà tempestivamente ad inviarne una copia insieme alla comunicazione effettuata all’O.P.T.A., attraverso l’Allegato B.

Hanno diritto al voto tutti i lavoratori e possono essere eletti tutti i lavoratori non in prova che prestano la loro attività nell’azienda o unità produttiva.

Il datore di lavoro comunica telematicamente all’INAIL il nominativo del RLSA secondo i termini e le modalità previste dall’Istituto.

La durata dell’incarico è di tre anni.

Dopo tale data si dovrà procedere ad una nuova elezione con le medesime modalità sopra indicate. (Può essere riconfermato RLSA precedentemente eletto tre anni prima)

In caso di dimissioni o cessazione dell’incarico di R.L.S.A., l’azienda comunica all’O.P.T.A. l’intenzione dei lavoratori di procedere ad una nuova elezione o di usufruire del R.L.S.T.

Le nuove nomine devono avvenire entro 3 mesi dalle dimissioni o cessazioni.

Il Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza Aziendale – R.L.S.A.- deve frequentare un corso di formazione iniziale, a spese del datore di lavoro, in collaborazione con OPTA, della durata di 32 ore nel primo anno e di un aggiornamento per ogni anno successivo.  

Per l’espletamento del ruolo previsto dall’art. 50 del D.L.gs 81/2008 al rappresentante per la sicurezza vengono riconosciuti permessi retribuiti pari a  40 annue.