COSA DEVONO FARE LE IMPRESE

 

Riportiamo una sintesi delle norme e degli Accordi al fine di permettere alle aziende di orientarsi negli adempimenti in merito alla figura del

Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza.

 Il D.lgs 81/08 all’ art. 47, comma 2, stabilisce che:

In tutte le aziende, o unità produttive, è eletto o designato il rappresentante dei lavoratori per la sicurezza.

Il Decreto Legislativo 81/08 dispone che, qualora non si proceda alla elezione del RLS interno (RLSA )in tutte le Aziende, indipendentemente della loro dimensione occupazionale,  opera il Rappresentante dei Lavoratori per la sicurezza Territoriale (R.L.S.T.)

IL RAPPRESENTANTE DEI LAVORATORI DELLA SICUREZZA PUO’ ESSERE ESTERNO (RLST) O INTERNO (RLSA)

RAPPRESENTANTE  -“ESTERNO” – R.L.S.T.

 Una particolarità interessante dell’OPTA è quella di essere il tramite che consente alle Aziende con meno di 15 dipendenti di nominare il Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza (RLS) senza provvedere ad una nomina interna dello stesso.

 Il sistema di rappresentanza territoriale è, a parere delle Associazioni Imprenditoriali Artigiane e delle Organizzazioni Sindacali, il più adeguato alla realtà delle micro e piccole imprese e in tal senso si sono impegnate affinché tale modello si affermi in maniera generalizzata.

 L’Accordo Interconfederale Nazionale del 13/09/2011 supera la differenza  tra le imprese sopra i 15 e fino a 15 dipendenti: il Rappresentante Territoriale (RLST) costituisce un’opzione percorribile anche nell’imprese che occupano più di 15 dipendenti, qualora nelle stesse non sia stato già eletto un rappresentante aziendale (RLSA).

 Per poter usufruire ed avvalersi del Rappresentante dei Lavoratori della Sicurezza Territoriale è necessario aderire alla Bilateralità ELBA.

Tutte le imprese artigiane e non artigiane iscritte all’Albo delle Imprese Artigiane o che applicano i CCNL dell’artigianato, sono tenute ad iscriversi all’ELBA e ad effettuare i versamenti previsti dagli accordi interconfederali e dai contratti collettivi di lavoro, indipendentemente dai limiti dimensionali delle stesse.

 Il versamento Elba è pari a euro 10,42 mensili, da effettuarsi mensilmente tramite F24 con la causale EBNA (riproporzionato a euro 5,21 per i part-time fino a 20 ore settimanali) e comprende la designazione del  Rappresentante dei Lavoratori della Sicurezza Territoriale.

 

AZIENDE NON ARTIGIANE E CHE NON APPLICANO I CCNL DELL’ARTIGIANATO

(Bilateralità ELBA)

 In attuazione dall’Accordo Interconfederale Nazionale Artigiano del 13/09/2011 e all’Accordo Interconfederale Regionale Lombardo del 20/02/2013, viene data l’opportunità di aderire, al Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza Territoriale designato dall’Organismo Paritetico Territoriale dell’Artigianato, anche alle Aziende non artigiane purché aderenti a CONFARTIGIANATO, CNA, CASA, CLAAI che non applicano i contratti sottoscritti dalle Organizzazioni firmatarie sopra citate, versando ad ELBA la quota di € 18,75 per dipendente in forza al 31 dicembre dell’anno precedente.