PRESENZA DI PIÙ FIGURE CHE OPERANO ALL’INTERNO DELLO STESSO CANTIERE

Nel cantiere può succedere che operino contemporaneamente più figure (elettricista, imprese edili, idraulico, etc.); sorge quindi l’obbligo di cooperazione e coordinamento fra i diversi datori di lavoro presenti (D.Lgs. n. 81/2008, art. 26, comma 2, lett. a e b).

Al datore di lavoro committente è in particolare accollato l’ulteriore compito di elaborare un unico documento di valutazione dei rischi che indichi le misure adottate per eliminare e, ove ciò non sia possibile, ridurre al minimo i rischi da interferenze (DUVRI) (D.Lgs. n. 81/2008, art. 26, comma 3).

Conseguentemente ogni datore di lavoro di impresa dovrà elaborare il proprio documento tenendo conto dei rischi derivanti da possibili interferenze con le attività del personale del committente, e anche con quello di altre imprese eventualmente presenti. In perfetta analogia con il caso di un cantiere edile, dove tutti i POS devono essere coerenti con il PSC elaborato dal Coordinatore della Sicurezza.